StatCounter

giovedì 28 febbraio 2019

CNB 

Audizione del Presidente d'Avack alla Camera - "Rifiuto di trattamenti sanitari e liceità dell’eutanasia"

Visualizza il video dell'audizione (CNB Comitato Nazionale per la Bioetica)


SIMG 

EMERGENZA DIABETE, PERMETTERE A TUTTI I DIABETICI ITALIANI L’ACCESSO ALLE TERAPIE FINORA NEGATE.
DIABETOLOGI, MEDICI DI FAMIGLIA E RAPPRESENTANTI DELLE PERSONE CON DIABETE INSIEME: SUBITO UN TAVOLO DI CONFRONTO CON MINISTERO, REGIONI E AIFA.


Ministero della Salute 

#RareDiseaseDay, verso il nuovo Piano nazionale malattie rare

Oggi è la Giornata mondiale delle malattie rare 2019, #RareDiseaseDay #ShowYourRare #GiornataMondialeMalattieRare.
Il tema di quest'anno è l’integrazione dell’assistenza sanitaria con quella sociale e chiama in causa i responsabili politici, gli operatori sanitari e i servizi di assistenza per coordinare al meglio tutti gli aspetti della cura per le persone che vivono con una malattia rara. 
Il Tavolo di lavoro per l’aggiornamento del Piano
Proprio per rispondere alle esigenze dei malati e delle loro famiglie, il ministro della Salute Giulia Grillo ha recentemente convocato un Tavolo di lavoro che dovrà valutare le esigenze di aggiornamento del Piano Nazionale Malattie Rare,scaduto ormai dal 2016.

Ministero della Salute 

Ricerca sanitaria, approvata la graduatoria dei progetti finanziati per il 2018

Il Comitato Tecnico Sanitario del Ministero, nelle Sezioni C e D, ha approvato il finanziamento del Bando della Ricerca Finalizzata 2018 (fondi 2016-2017) per un totale di euro 93.130.942 sufficienti a finanziare 197 progetti di ricerca e 38 borse di studio.

Progetti vincitori

Ecco classifica e finanziamento dei progetti vincitori, suddivisi nelle sezioni del Bando:
 
AIRC 

Tumori: tutto il peso dell'obesità

Una recente ricerca conferma che anche il tumore del rene è fra le neoplasie il cui rischio cresce con l’aumentare del peso e con l’obesità

Senior Italia 

VIDEO - Io aderisco, tu che fai?
 
La conferenza stampa, svoltasi in Senato, che ha visto la presentazione del progetto promosso dal CIAT - Comitato Italiano per l'Aderenza alla Terapia

Carabinieri NAS 
  
Controlli nell’ambito sanitario – denunce e sequestri in tutta Italia

ESMO 

La FDA approva Trifluridine / Tipiracil per l'adenocarcinoma gastrico ricorrente e gastro-esofageo ricorrente
L'approvazione si basa sui risultati dello studio TAGS

Alleanza tra Professionisti della Salute per un Nuovo SSN 

I Rappresentanti delle Federazioni nazionali e degli Ordini delle professioni sanitarie e sociali, Fnopi, Fnomceo, FnoTsrm-Pstrp, Cnop, Fofi, Onb, Fnovi, Fnopo, Fncf e il Cnoas condividono e si riconoscono in un insieme di valori comuni presenti in questo documento.
Premesso che:
Gli Ordini delle professioni sanitarie e sociali, le Federazioni delle Professioni sanitarie che sono Enti sussidiari, agiscono tutti al fine di tutelare gli interessi pubblici e sono chiamati dallo Stato a garantire la tutela della salute individuale e collettiva.

Le professioni sanitarie e sociali sono garanti della dignità della persona e del diritto alla salute al di là di ogni logica di profitto e di interessi corporativistici; rappresentano, inoltre, un contributo decisivo al progresso scientifico, culturale e democratico della nostra società.
Per i professionisti della salute, l’efficacia cioè il raggiungimento di obiettivi di salute, l’universalità, l’equità e la solidarietà dell’assistenza, devono restare le finalità prioritarie del servizio sanitario come recita, infatti, l’art 1 della Legge 833: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività mediante il servizio sanitario nazionale. La tutela della salute fisica e psichica deve avvenire nel rispetto della dignità e della libertà della persona umana. Il servizio sanitario nazionale è costituito dal complesso delle funzioni, delle strutture, dei servizi e delle attività destinati alla promozione, al mantenimento ed al recupero della salute fisica e psichica di tutta la popolazione, senza distinzione di condizioni individuali o sociali e secondo modalità che assicurino l'eguaglianza dei cittadini nei confronti del servizio. L’attuazione del servizio sanitario nazionale compete alla Stato, alle Regioni e agli Enti locali territoriali, garantendo la partecipazione dei cittadini”.
Quindi occorre mettere in primo piano gli obiettivi di salute tra i quali la prevenzione, favorire concretamente la partecipazione dei cittadini e mettere i professionisti nelle migliori condizioni di perseguire tali obiettivi.
La legge n. 833 del 1978 ha istituito il Servizio Sanitario Nazionale concepito come unitario, organico, flessibile e solidaristico.
Dopo quarant’anni esso rappresenta uno strumento, tra i pochi nel suo genere, in grado di garantire a tutti i cittadini elevati livelli di tutela della salute individuale e pubblica, con indicatori di salute tra i migliori al mondo.

Tuttavia, nonostante le buone performance del nostro SSN, vi sono, certamente, ambiti di miglioramento evidenti e rispetto ai quali occorrono interventi efficaci, di natura economica e strutturale, per scongiurare la sua compromissione.

È necessaria una riforma che possa restituire fiducia agli operatori sanitari, riconoscendo loro maggiore responsabilità nei processi di gestione e maggiore autonomia nei processi di cura, attraverso la definizione di un nuovo ruolo capace di garantire la salute dei cittadini e allo stesso


tempo di farsi carico della sostenibilità del sistema. Serve anche un Piano Nazionale di Azione per il contrasto alle diseguaglianze nell’accesso al diritto alla salute, tenuto conto dello sviluppo tecnologico, dell’intelligenza artificiale, dei cambiamenti ambientali e della consapevolezza dei diritti da parte dei cittadini, dell’evoluzione delle competenze dei professionisti e dei nuovi ruoli attributi a tutti gli Ordini professionali.

Nella riunione del Consiglio dei Ministri n. 33 del 21 dicembre 2018 si è proceduto alla illustrazione delle intese concernenti l’autonomia differenziata ai sensi dell’art. 116, terzo comma, della Costituzione.
Tra le materie su cui sono attivabili ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia rientrano tutte le materie di legislazione concorrente tra le quali la tutela della salute e all’interno di questa le professioni sanitarie e sociali e tutto il personale.
È in corso un’intesa fra Governo e Regioni in merito alla maggiore autonomia da concedere alle stesse sulla base di un modello di regionalismo differenziato.
Ancora non vi è stata condivisione con le Federazioni nazionali delle professioni sanitarie e sociali e nessuna valutazione di rischi/benefici è stata predisposta e valutata in modo uniforme per tutte le Regioni.
Le autonomie locali devono essere uno strumento che facilita l’erogazione dell’assistenza e non un ostacolo per l’universalità e l’equità del SSN; a tutti i cittadini va garantito il diritto alla salute, nello stesso modo e negli stessi termini, in ossequio agli articoli 3 e 32 della nostra Costituzione.

Le differenze regionali sono uno dei problemi maggiori del sistema sanitario nazionale e, secondo l'Ocse (rapporto divisione salute 2015 pubblicato a gennaio 2015), il sistema sanitario italiano è caratterizzato da un alto livello di frammentazione e mancanza di coordinamento dell'assistenza erogata dai diversi professionisti e da una bassa e disomogenea diffusione sul territorio nazionale; sempre secondo l'Ocse ci sono in Italia 21 sistemi sanitari regionali con differenze notevoli sia per quanto riguarda l'assistenza che gli esiti, con un elevato numero di pazienti che si spostano da regione a regione.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il 12.12.2018 al termine del convegno "40 anni di Servizio Sanitario Nazionale 1978-2018” nel ringraziare gli operatori sanitari ha celebrato il SSN come esempio di eccellenza che ci pone all’avanguardia nella comunità internazionale e che è materia da mantenere e migliorare.

Il Ministro della salute Giulia Grillo ha ugualmente celebrato i principi fondanti del SSN esortando il Paese a lavorare per “ sanare le intollerabili disparità tra le diverse aree” nell’accesso alle cure, precisando che la richiesta di maggiore autonomia deve necessariamente tener conto dell’assetto costituzionale esistente, i cui capisaldi sono rappresentati proprio dalla necessità di una tutela uniforme del diritto alla salute, dalla certezza che ogni cittadino” possa venire curato e assistito allo stesso modo indipendentemente da dove egli vive”.

Il Presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato della Repubblica, Sen. Pierpaolo Sileri ha affermato che il è SSN è stata un’enorme conquista e che l’impegno dovrà essere quello di eliminare storture per garantire l’accesso al pubblico in modo omogeneo in tutta Italia.

Dovrebbe essere promosso un regionalismo solidale per dare piena attuazione all’articolo 3 della Costituzione, che promuove l’uguaglianza dei cittadini e la solidarietà tra le Regioni così come previsto dall’art. 119 della Costituzione.
Si dovrebbe procedere alla revisione del sistema di compartecipazione alla spesa sanitaria a carico degli assistiti, al fine di promuovere maggiore equità nell'accesso alle cure.
La garanzia del diritto alla salute non può essere affidata solo a criteri di utilità economica e dinamiche di mercato, perché deve invece fondarsi su “dignità e libertà”, i due princìpi cardine del Servizio Sanitario Nazionale che regolano il rapporto tra il cittadino e le professioni sanitarie.


Nella stessa direzione si sono espresse nel tempo sia la Commissione Affari sociali della Camera dei deputati che la Commissione Igiene e Sanità del Senato della Repubblica : la prima affermando che per quanto riguarda il riparto costituzionale delle competenze tra lo Stato e le Regioni, appare necessaria un’azione di coordinamento a livello centrale, la seconda sottolineando la necessità di uno sforzo per promuovere un sistema organico di strumenti di governance per l’uniformità degli standard dell’offerta sanitaria all’interno del Paese.


LE FEDERAZIONI NAZIONALI DEGLI ORDINI DELLE PROFESSIONI SANITARIE E SOCIALI


SI IMPEGNANO A

attivarsi, quali Enti sussidiari dello Stato, al fine di garantire una sempre maggiore equità nell’accesso alle cure e l’eguaglianza di tutti i cittadini nell’esercizio del diritto alla salute;

sostenere politiche efficaci per un adeguato finanziamento degli obiettivi di salute;

mettere a disposizione le loro competenze in collaborazione con le Istituzioni pubbliche, al fine della promozione, organizzazione e valutazione di percorsi formativi che sono alla base della rispettiva attività professionale per fornire il giusto contributo al progresso scientifico, culturale e democratico della nostra società;

proporre soluzioni e nuovi modelli di governance per un Servizio sanitario nazionale sempre più equo, solidale, sostenibile e universale per superare le diseguaglianze presenti nel Paese;


CHIEDONO
allo Stato, alle Regioni e alle Province autonome di Trento e Bolzano, di intensificare la collaborazione con le professioni sanitarie e sociali e i loro enti esponenziali, in quanto enti sussidiari dello Stato, al fine di assicurare un Servizio Sanitario Nazionale che garantisca effettivamente e uniformemente i diritti costituzionalmente tutelati dei cittadini, quale segno irrinunciabile di civiltà e di crescita sociale;
al Governo che siano rispettati i principi costituzionali di uguaglianza, solidarietà, universalismo ed equità che sono alla base del nostro Servizio Sanitario e ne confermano il carattere nazionale, garantendo la sostenibilità economica dei livelli essenziali di assistenza attraverso un coerente finanziamento del fondo sanitario nazionale;
al Governo di elaborare un’analisi rischi/benefici delle proposte di autonomia differenziata presentate dalle Regioni, al fine di misurare l’impatto di tali riforme sulla finanza pubblica, sulla tenuta di tutti i servizi sanitari regionali, sulla mobilità interregionale, sul ruolo di garante dei Livelli Essenziali di Assistenza del livello centrale, sui diritti dei pazienti e sull’equità dell’assistenza;
al Governo e al Parlamento di adottare iniziative per parametrare il fabbisogno regionale standard anche in base alle carenze infrastrutturali, alle condizioni geomorfologiche e demografiche, nonché alle condizioni di deprivazione e di povertà sociale, condizioni che inevitabilmente determinano variazioni anche sui costi delle prestazioni;
al Governo e al Parlamento di agire in modo da garantire il superamento delle differenze tra i diversi sistemi sanitari regionali anche mediante la definizione e implementazione di un Piano Nazionale di Azione per il contrasto alle diseguaglianze nell’accesso alle cure e all’assistenza;


al Parlamento di scongiurare il rischio che sia pregiudicato il carattere nazionale del nostro Servizio sanitario e di addivenire quindi alle decisioni migliori per garantire l’equità nell’accesso alle cure a tutti i cittadini, come presidio di democrazia e di civiltà.


Sulla base di quanto esposto


ESPRIMONO PREOCCUPAZIONE E SOLLECITANO


l’attivazione di un tavolo di confronto permanente tra le Professioni Sanitarie e Sociali, il Governo e le Regioni, in seno alla Conferenza Stato-Regioni, nel rispetto delle prerogative del Parlamento, esteso alla partecipazione delle organizzazioni dei cittadini;
la sottoscrizione con tutte le professioni sanitarie e sociali e l’attivazione in tutte le Regioni e secondo schemi omogenei condivisi dei recenti protocolli voluti dalle Regioni e le Province autonome che rappresentano un segnale positivo da parte dei responsabili regionali della volontà di mantenere universale e unico il Servizio sanitario e di instaurare un rapporto diretto con i professionisti che di questo fanno parte secondo le loro peculiarità professionali;
i cittadini di farsi parte attiva ponendo in essere iniziative per garantire il perseguimento degli obiettivi indicati nel presente documento e

INVITANO
Il Governo a porre al centro dell’agenda politica il tema della tutela e unitarietà del Servizio Sanitario Nazionale e a sollecitare le Regioni al rispetto dell’art. 2 della Costituzione che ricorda alle Istituzioni i doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale su cui deve fondarsi la vita del Paese, dell’art. 3 (eguaglianza dei cittadini) e dell’art. 32 della Costituzione (tutela della salute).


Roma, 23 febbraio 2019


Fnopi – Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche
Fnomceo -Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri
FNOTSMR-PSTRP - Federazione nazionale Ordini dei Tecnici sanitari di radiologia medica, delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione
Cnop - Consiglio Nazionale Ordine Psicologi Fofi - Federazione Ordini Farmacisti Italiani Onb - Ordine Nazionale dei Biologi
Fnovi - Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani
Fnopo - Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica Fncf - Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici
Cnoas – Consiglio Nazionale Ordine Assistenti Sociali
Il Ritratto della Salute 

Cibo integrale, ecco tutti gli effetti protettivi

OMAR 


Nell’ambito delle iniziative dedicate alla Giornata delle Malattie Rare 2019, Shire Italia S.p.A., ora parte di Takeda, annuncia l’avvio della terza edizione del Rare Disease Hackathon [#RareHack2019]. Quest’anno l’Hackathon si trasformerà in un vero e proprio road show di innovazione e sensibilizzazione sulle malattie rare, che toccherà alcune tra le principali università italiane, concludendosi come da tradizione al “Forum della sostenibilità e opportunità nel settore della salute” in programma alla Leopolda di Firenze il 10 e 11 ottobre 2019.

OMAR 

In Italia, ogni anno, a una persona su 3200 viene diagnosticata una patologia rara
Roma - PTC Therapeutics Italy è orgogliosa di riunirsi con le persone affette da malattie rare per celebrare la Giornata delle Malattie Rare e per accrescere la consapevolezza dell'impatto di una malattia rara sulla vita di tutti i giorni. Le malattie rare colpiscono circa 2 milioni di persone in Italia; molti sono bambini in condizioni gravi e potenzialmente letali.


OMAR 

“Scatti di realtà” è la campagna promossa da Orphanet Italia in occasione del 28 febbraio, la XII edizione della Giornata delle Malattie Rare indetta da Eurordis. L'obiettivo è quello di raccogliere e condividere istantanee di storie, esperienze e riflessioni inerenti eventi o momenti di vita personale di pazienti, famiglie, Associazioni dei pazienti, professionisti e chiunque viva a contatto con le malattie rare fino a febbraio 2020, in formato foto, audio e video

mercoledì 27 febbraio 2019

IZSVe 
  
Nanoparticelle negli alimenti: nuovi strumenti per valutare il rischio

Nanomateriali, valutazioni scientifiche in corso

Continua a leggere sul sito di IZSVe Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie


AIAC 

Avviso di sicurezza Medtronic del 18 gennaio, le raccomandazioni AIAC

Il 18 gennaio 2019 la ditta Medtronic ha comunicato un avviso urgente di sicurezza inerente alcuni lotti di modelli di pacemaker bicamerali prodotti e commercializzati negli ultimi anni.

CPO Piemonte 
 Come sta l'Europa?

"Health at a Glance" è il report della Commissione Europea che, attraverso un confronto descrittivo dei vari Paesi UE, offre una panoramica sullo stato di salute dei cittadini e sul grado di efficienza dei sistemi sanitari.


IZSVe 

Che differenze ci sono tra batteri e virus? [Video]

Nell’ottavo video della serie IZSVe «100 secondi» una presentazione delle principali differenze tra batteri e virus, e delle implicazioni farmacologiche della loro diversità

Continua a leggere e visualizza il video sul sito di IZSVe (Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie)

 


FIMP 

Inquinamento: fiumi a rischio a causa dei farmaci gettati nelle acque


SIDeMaST 

È tutto italiano il primato europeo per i casi di dermatite

ISSalute 

 Curcuma 

La curcuma è una pianta perenne, spontanea, appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae (la stessa dello zenzero e del cardamomo) e al Genere Curcuma. Conosciuta comunemente anche con il nome di zafferano d’India, può raggiungere il metro di altezza, ed è facilmente riconoscibile grazie alle sue foglie larghe e ai suoi fiori gialli.
 
Ministero della Salute 

Comitato per i medicinali per uso veterinario (CVMP) dell’EMA, Focus sulla riunione di febbraio

Il Comitato per i medicinali per uso veterinario dell’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) nel corso dell’ultima riunione (19-21 febbraio 2019) ha adottato 5 pareri positivi per la commercializzazione di altrettanti nuovi medicinali ad uso veterinario, tra cui un vaccino contro il parvovirus suino e un medicinale a base di cellule staminali per il trattamento dell’osteoartrite del cavallo.
Quella di febbraio è stata l’ultima riunione del Comitato tenutasi presso la sede di Londra dell’Agenzia Europea dei Medicinali che sarà ricollocata ad Amsterdam come conseguenza della Brexit.

SITIP 

Sviluppo e validazione di un punteggio di rischio per la gestione della cellulite: il punteggio di Melbourne ASSET

EFSA  

Nuovo approccio all’incertezza per rendere i pareri "più solidi e trasparenti"

L'EFSA ha sviluppato un approccio armonizzato per valutare e tenere conto delle incertezze in ambito di sicurezza degli alimenti e salute di animali e piante. Questo approccio contribuirà alla trasparenza dei pareri scientifici che ne derivano e li renderà più solidi a vantaggio di quanti devono assumere decisioni politiche


Regione Emilia Romagna 

Ricostruzione robotica della parete addominale: intervento innovativo a Baggiovara 

La paziente, una donna di 55 aa con un’ernia addominale è stato dimesso
Un innovativo intervento di ricostruzione robotica della parete addominale è stato eseguito venerdì 15 febbraio, dall’equipe della Chirurgia Generale
 
OMAR 
 
L’On. Pagano, insieme ad altri deputati, chiede l’esenzione per farmaci di fascia C, integratori, presidi dermatologici e cosmetici necessari e indispensabili

OMAR 
Un team italiano ha illustrato un complesso caso clinico: in letteratura sono solo 10 gli studi che riportano complicazioni orali associate a questa rara malattia metabolica


Assogenerici 
 
Introdurre meccanismi di prezzo adeguati e flessibili e rivalutabili sui trend di mercato; diffondere tra tutti gli stakeholders di studi basati sull'evidenza 

martedì 26 febbraio 2019

SITIP 
  
Accuratezza di un test point-of-care “Xpert Human Virus Immunodeficiency Test” al parto e fino alla sesta settimana di vita in neonati esposti a virus dell'immunodeficienza umana in Tanzania

Sale Pepe e Sicurezza (IZSVe)  

Yersiniosi, la terza patologia alimentare in Europa 

Secondo i dati dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) la Yersiniosi è la terza patologia a trasmissione alimentare in Europa per numero di casi: quasi 7.000 nel solo 2017. Questa malattia è causata dal microrganismo Yersinia enterocolitica, un bacillo corto e tozzo che appartiene alla famiglia delle enterobatteriaceae e al genere Yersinia



ISS 

Guida alle risorse territoriali per le problematiche legate al gioco d’azzardo

La presente guida, aggiornata al mese di novembre 2018, è un elenco ragionato delle risorse territoriali che si occupano delle problematiche legate al gioco d’azzardo. La guida rappresenta un utile sistema di raccolta di informazioni che facilita l’accesso alle strutture agevolando e riducendo i tempi d’incontro fra domanda dell’utente e risposta dei servizi. Il carattere nazionale del presente lavoro e l’uniformità del sistema di rilevazione adottato consentono di disporre di dati omogenei e comparabili tra loro, presupposto fondamentale per lo sviluppo di strategie d’intervento integrate, coordinate ed efficaci

Ministero della Salute 
  
Test hiv su minori senza consenso genitori, sì del Garante Infanzia al ministro Grillo per collaborazione su nuove regole

Il ministro della Salute, Giulia Grillo, ha da tempo avviato un confronto positivo con le associazioni impegnate nella lotta all’Aids per individuare sempre migliori strategie per informare e sensibilizzare i cittadini sui temi e le priorità per la prevenzione e cura dell’Hiv e delle malattie sessualmente trasmesse. Uno dei punti critici riguarda il libero accesso per i cittadini minorenni ai test diagnostici che sono anonimi e gratuiti per tutti, ma che per i minori richiedono il previo consenso del genitore o del tutore. Questo paletto normativo costituisce di fatto un ostacolo ai test.

Federfarma 
 
Omeopatia, Nencioni (Boiron): Troppe fake news. Farmacista ha un ruolo primario
 
Un mondo spesso preda delle fake news. Così Silvia Nencioni, amministratore delegato di Boiron
 
SIGG 

PROPOSTE DELLA SIGG PER MIGLIORARE LE CURE GERIATRICHE

Anche la SIGG vuole tentare di colmare le tante carenze presenti nel nostro sistema sanitario nazionale e anche nei tanti sistemi sanitari regionali

Continua a leggere sul sito della SIGG (Societa' Italiana di Gerontologia e Geriatria)


Semplicemente Salute  

Quando la pelle reagisce al nichel!

E’ una delle forme allergiche più diffuse. Comporta prurito, arrossamenti, formazione di crosticine fastidiose sulla pelle

OMAR 
Lo studio GLIMMER testerà un nuovo farmaco per trattare questo fastidioso sintomo della malattia autoimmune del fegato. Aperto il reclutamento a Milano, Monza, Padova, Bologna e Firenze


OMAR 
 
La sperimentazione valuterà gli effetti del trattamento sperimentale LYS-SAF302 sullo stato neurologico dei pazienti

lunedì 25 febbraio 2019

ISSalute 


Le leucodistrofie costituiscono un gruppo di malattie genetiche diverse caratterizzate dal progressivo danneggiamento della sostanza bianca del sistema nervoso centrale (cervello e midollo spinale) causato da alterazioni della struttura e del funzionamento della sua componente principale la mielina.


Ministero della Salute 

Annuncio medico su Facebook, Giulia Grillo: “In Italia non c’è spazio per esperimenti fuori dalle regole”

“Sono esterrefatta per il delirante annuncio, che è divenuto virale in queste ore, scritto da un medico che su Facebook afferma testualmente di cercare «un bambino/a - rigorosamente volontario/a - che abbia la parotite IN ATTO e sia residente nelle Marche (o zone limitrofe). Si tratta di esperimento che rispetta la convenzione di Oviedo e non infrange le regole del Codice di Norimberga». Invitando gli utenti dei social al «passaparola».

AISM  

Recenti acquisizioni nella sclerosi multipla: le tecnologie ambulatoriali e domiciliari

Accreditamento ECM per fisiatri, foniatri, fisioterapisti, logopedisti, terapisti occupazionali, psicologi, infermieri, dietisti. Crediti assegnati: n° 10,8


Senior Italia 

Farmacie rurali, Senior Italia FederAnziani: no alla chiusura, non possiamo abbandonare gli anziani nei piccoli comuni

Continua a leggere sul sito di Senior Italia


Regione Emilia Romagna 

La demenza in Emilia-Romagna. I numeri 2017. Infografica

Scarica il documento dal sito della Regione Emilia Romagna

AIAC 

Elettrostimolazione ed elettrofisiologia, le nuove tecnologie

Continua a leggere sul sito di AIAC Associazione Italiana Aritmologia e Cardiostimolazione


AISM 

Trenta Ore per la Vita e AISM in tv per aiutare le giovani donne e le mamme con sclerosi multipla

IAPB 

Il maggior peso del glaucoma

Secondo uno studio cinese tra i fattori ambientali di rischio ci sarebbero l’esposizione ai raggi ultravioletti e a elevati livelli d’inquinamento

Continua a leggere sul sito di IAPB Italia Onlus


Cipomo 

Dopo quarant'anni il DDT presenta il conto

Il DDT, l'insetticida bandito negli anni settanta in quasi tutti i paesi del mondo, ma rimasto nel terreno per molti anni e ancora utilizzato in alcune zone dell'Africa e dell'Asia per contrastare la malaria, continua a fare vittime
 
Federfarma 

Autonomie regionali, Bonaccini rassicura: “Ssn unico e indivisibile”

Continua a leggere sul sito della Federfarma


Coldiretti
 
Consumi, un allarme alimentare al giorno nel 2018

Nel 2018 in Italia è scoppiato più di un allarme alimentare al giorno per un totale di ben 398 notifiche inviate all’Unione Europea durante l’anno. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base delle elaborazioni del sistema di allerta Rapido (Rassf) divulgate in occasione della presentazione delle nuove norme sull’obbligo di indicare in etichetta l’origine di tutti gli alimenti con il presidente della Coldiretti Ettore Prandini e il Vicepremier e Ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio.
Sul totale dei 398 allarmi che si sono verificati in Italia nel 2018 – sottolinea la Coldiretti – solo 70 (17%) hanno riguardato prodotti con origine nazionale, 194 provenivano da altri Paesi dell’Unione Europea (49%) e 134 da Paesi extracomunitari (34%). In altre parole – precisa la Coldiretti – oltre quattro prodotti su cinque pericolosi per la sicurezza alimentare provengono dall’estero (83%).

Quali sono i cibi più pericolosi: Continua a leggere sul sito della Coldiretti


domenica 24 febbraio 2019

Banca Dati Sanitaria Farmaceutica dal 1996

La Banca Dati VDA Net srl contiene oltre Due Milioni di documenti di interesse sanitario farmaceutico
Da settembre 1996 a dicembre 2018 (22 anni) abbiamo divulgato nelle nostre circolari
giornaliere 325.740 documenti per una media di 39 news al giorno

Per informazioni o per richiedere un periodo di prova GRATUITO scrivete a: a.viti@vdanet.it

Scarica un esempio di circolare giornaliera
 
Il servizio Giornaliero di Posta Elettronica prevede una selezione su:

a) Provvedimenti pubblicati nella Gazzetta Ufficiale (Italiana)
b) Provvedimenti pubblicati nella Gazzetta Ufficiale (Unione Europea)
c) Linee Guida (nazionali ed internazionali)
d) FarmacoVigilanza (nazionale ed internazionale)
e) Schede Tecniche RCP dei Farmaci (AIFA - EMA - FDA - CE)
f) Circolari Ministeriali - Enti - Istituti e Societa' Scientifiche
g) Report (nazionali ed internazionali)
h) Farmaci Orfani e Malattie Rare
i) Notizie Fiscali e Previdenziali
l) Giurisprudenza (Tar - Consiglio di Stato - Corte Costituzionale - ecc.)
m) Concorsi Sanitari Farmaceutici
n) Variazioni al Prontuario Farmaci del SSN
o) Variazioni al Prontuario Farmaci Omeopatici
p) Gare di Appalto Sanitarie Farmaceutiche
q) Rassegna Stampa (giornaliera)
r) Aggiornamento Storico Farmaci dal 2000

 Home Page sito: NovitaSanitarie by VDA Net srl