StatCounter

venerdì 11 gennaio 2019

Ecco perché mangiare meno carne (e di qualità) è la cosa migliore che possiate fare nel 2019
 
Poca ma buona. Sembra una banalità eppure è un messaggio che stenta a farsi largo, in particolare nel mondo Occidentale. Siamo parlando di consumo di carne che, non ci stanchiamo di ripetere, in Occidente, supera e di gran lunga non solo la necessità, ma anche la soglia limite per la nostra salute. Per questo con la campagna Slow Meat insistiamo su un consumo più ragionato, e sulla necessità di ridurre i consumi per privilegiare la qualità. Perché se dal punto di vista organolettico i vantaggi sono evidenti, non possiamo dimenticarci i benefici alla nostra salute e la tutela dell’ambiente quando scegliamo carne che proviene da allevamenti sani, estensivi e rispettosi di ambiente e animali.