StatCounter

domenica 16 dicembre 2018

I dati della prova di OAK mostrano una progressione veloce non più comune con Atezolizumab
 
Simili proporzioni di pazienti trattati con atezolizumab o docetaxel mostrano una progressione rapida post-trattamento


Continua a leggere sul sito di ESMO