StatCounter

giovedì 22 novembre 2018

 
Verso una nuova combinazione terapeutica per i sarcomi dei tessuti molli

Il primo passo di una sperimentazione clinica italiana conferma la sicurezza della combinazione di trabectedina e olaparib. Suggerisce inoltre un possibile marcatore per individuare i pazienti più sensibili a questa strategia.
Titolo originale dell'articolo: Trabectedin and olaparib in patients with advanced and non-resectable bone and soft-tissue sarcomas (TOMAS): an open-label, phase 1b study from the Italian Sarcoma Group - Titolo della rivista: Lancet Oncology - Data di pubblicazione originale: 11 settembre 2018
Si è conclusa con risultati positivi la prima fase di uno studio clinico che doveva valutare la sicurezza e la tossicità di una nuova combinazione di farmaci, trabectedina più olaparib, per il trattamento dei sarcomi dei tessuti molli. Il lavoro è stato condotto grazie al sostegno di AIRC con il coinvolgimento dell'Italian Sarcoma Group (il network italiano per lo studio dei sarcomi) e il coordinamento di Giovanni Grignani dell'Istituto di Candiolo; i dettagli sono pubblicati sulla prestigiosa rivista Lancet Oncology