StatCounter

martedì 20 novembre 2018

Screening neonatale, presentato emendamento per l’inserimento di patologie ‘non metaboliche’ 

Se approvato modificherà la legge 167, rendendo possibile l’introduzione nel panel di lisosomiali, neuromuscolari e immunodeficienze, con un’ulteriore copertura di 8 milioni annui
Nei giorni scorsi, il gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle alla Camera ha firmato e presentato un emendamento (AC1334) alla legge di bilancio, proposto dall’On. Leda Volpi per introdurre una modifica alla legge 167/2016 sullo screening neonatale metabolico allargato.

Il testo prevede che, oltre alle malattie metaboliche, la possibilità di beneficiare di questo importante strumento di prevenzione secondaria possa essere esteso a “le malattie neuromuscolari genetiche, le immunodeficienze congenite severe e le malattie da accumulo lisosomiale”, e che per questo vengano aumentati i fondi a copertura della legge stessa, per un totale di 8 milioni di euro all’anno a partire dal 2019

Continua a leggere sul sito di OSN