StatCounter

giovedì 29 novembre 2018

 
Mal di schiena: un male nazionale 

I colpevoli del mal di schiena e dei tanti fastidi all'apparato muscolo-scheletrico? Gli italiani mettono sul banco degli imputati il lavoro (43%), i fattori climatici (28,5%), l’età (23,8%) e la sedentarietà (22,7%).
Se poi si aggiungono i chili di troppo, i pesi da portare, le pulizie di casa e le scarpe scomode si comprende facilmente come il  76% dichiari di aver sofferto di un qualche fastidio articolare o muscolare negli ultimi sei mesi.
Questo è quanto emerso da una indagine  condotta da Assosalute (Associazione nazionale farmaci di automedicazione di Federchimica) finalizzata proprio ad indagare come gli italiani gestiscono quelli che sono comunemente chiamati disturbi posturali.

Tra essi, il mal di schiena emerge come il male principale: affligge il 50,9% degli intervistati, oltre un italiano su due.
È un disturbo trasversale a tutte le età con una leggera prevalenza nelle donne. Seguono il collo al 32% (in stretta relazione con la schiena), le gambe (23%), le spalle (20%) e le braccia (15,2%). Mentre i dolori alle articolazioni cominciano a farsi sentire dopo i 55 anni, i dolori al collo sono tipici delle fasce centrali d’età, vessate dal lavoro alla scrivania.