StatCounter

martedì 18 settembre 2018

Staphylococcus aureus, un rischio alimentare tipico di mense e ristoranti (ma non solo)

La gastroenterite stafilococcica è una malattia a trasmissione alimentare causata dall’ingestione di alimenti che contengono una o più enterotossine prodotte da alcuni ceppi di stafilococco.
I sintomi della gastroenterite generalmente si sviluppano tra le 2 e le 6 ore dall’ingestione del cibo contaminato, perdurano per circa 24-48 ore e si caratterizzano in nausea, vomito, crampi addominali, diarrea, sudorazione, cefalea, prostrazione e a volte calo della temperatura corporea. Il tasso di mortalità è molto basso e la terapia per soggetti immunocompetenti è limitata al riposo e al mantenimento dell’idratazione.