StatCounter

giovedì 6 settembre 2018







Belluno, l’Usl dovrà risarcire i farmacisti per la trattenuta pro-terremotati d’Abruzzo


Da una parte Federfarma in difesa di 43 farmacie bellunesi. Dall’altra le Usl di Belluno e Feltre condannate in appello a pagare 80 mila euro. Un “bottino”, quello delle Usl, frutto di una trattenuta indebita sui farmaci venduti tra maggio 2009 e aprile 2010 il cui ricavato avrebbe dovuto dare un sostegno ai terremotati d’Abruzzo. La legge, cosiddetta “Decreto Abruzzo”, è la numero 77 del 2009 che dispose la misura eccezionale di un prelievo dell’1,4% sul prezzo dei farmaci da dare in beneficienza. I farmacisti avevano aderito all’iniziativa ma quando è emerso che il prelievo veniva calcolato sul prezzo lordo dei farmaci, cioè incluso l’Iva e non al netto, allora sono partite cause da tutta Italia.