StatCounter

giovedì 12 luglio 2018







Payback farmaceutico, il sottosegretario Fugatti: “Ridurremo il peso per le aziende”


Il governo è pronto a intervenire sul payback, il meccanismo che oggi obbliga le aziende farmaceutiche a restituire a Regioni e Province autonome il 50% della spesa farmaceutica che supera il tetto stabilito dalla legge. L’obiettivo è alleggerirne l’impatto sui bilanci. "Non siamo sordi al tema del payback farmaceutico, sappiamo che vi è costato 7 miliardi di euro in cinque anni”, ha detto ieri a Roma il sottosegretario alla Salute Maurizio Fugatti durante l'Assemblea di Farmindustria. “Su questo – ha aggiunto - il governo vuole lavorare, per trovare meccanismi che attutiscano questo peso che è sulle spalle del vostro settore". Secondo Fugatti il settore farmaceutico, che “in un momento di grande difficoltà economica, è riuscito ad andare in controtendenza e a essere leader in Europa”, è “un modello da seguire per tanti altri settori del Made in Italy e per tutto il sistema industriale. Nel contratto di governo ci sono aspetti di sanità come uguaglianza dei servizi sanitari, liste di attesa su cui è già stato avviato un percorso, presa in carico del paziente. Sarà un percorso tanto più efficiente tanto più lo faremo con il sistema industriale, dando impulso alla ricerca. La ricerca che fate voi fa parte del sistema ricerca del paese e a esso fa bene. Bisogna dunque agire in maniera complementare".
 
Continua a leggere: