StatCounter

giovedì 19 luglio 2018








Nuovi ritiri di Valsartan, mentre continua la revisione dell’Ema

Proseguono i ritiri di lotti di medicinali a base di Valsartan, sotto revisione da parte dell’Agenzia Europea per i Medicinali (Ema) per un’impurezza riscontrata nel principio attivo prodotto da Zhejiang Huahai Pharmaceuticals. Antagonista del recettore dell’angiotensina II, è usato nel trattamento dell’ipertensione, dell’infarto cardiaco recente e dell’insufficienza cardiaca, disponibile come monocomponente o in combinazione con altri principi attivi. L’intervento più recente riguarda una nuova confezione di Valbacomp (Valbacomp 28cpr riv 160+25mg, lotto 64582, scadenza novembre 2019) disposto dalla società Crinos e già inserito da Federfarma nell’elenco aggiornato dei lotti ritirati.
Intanto, in un comunicato pubblicato il 17 luglio sul suo sito internet, l’Ema ha fatto il punto della situazione, ricordando che l’impurezza (N-nitrosodimetilammina, Ndma), “è classificata come probabile cancerogeno per l'uomo, in base ai risultati di test di laboratorio, e potrebbe causare il cancro nell’uso a lungo termine”.
 
Continua a leggere: