StatCounter

mercoledì 18 luglio 2018







La Regione difende le proprie eccellenze agroalimentari

Gli assessori Caselli e Venturi sulla proposta Onu di inserire una tassa sui prodotti alimentari contenenti grassi, sale e zuccheri: "Affermazioni che creano inutili allarmismi sulla popolazione senza informare correttamente sul giusto apporto di nutrienti da inserire in una dieta equilibrata e sana".
No a decisioni che rischiano di cancellare processi produttivi basati su qualità e controlli, alla base delle eccellenze agroalimentari dell'Emilia-Romagna. L’Organizzazione mondiale della sanità e l’Onu hanno dichiarato guerra a diabete, cancro e malattie cardiovascolari: malattie non trasmissibili i cui morti dovranno essere ridotti di un terzo nel 2030. E fra i comportamenti sotto accusa ci sono quelli alimentari. Per le due organizzazioni, nelle diete delle persone dovranno essere ridotti grassi saturi, sale, zuccheri e alcol.
Nel mirino rischiano di entrare anche i prodotti a più alta qualità del Made in Italy come, ad esempio, il nostro Parmigiano reggiano e il Prosciutto di Parma, e altri pilastri della dieta mediterranea riconosciuta da sempre come la più salutare.

Continua a leggere: