StatCounter

mercoledì 18 luglio 2018







Farmaci, l’Emilia ‘ricicla”. Gallina Toschi: “Bene, ma attenzione a conservazione. Dpc eviterebbe questi sprechi”


Antibiotici, analgesici e medicine per patologie cardiovascolari. Sono i tipi di farmaci che, seppure ancora in corso di validità, in confezioni integre e correttamente conservate, finiscono più frequentemente nel cestino. E' possibile, però, recuperarli e consegnarli a persone in situazione di svantaggio economico e sociale, tramite organizzazioni senza fini di lucro. In questo modo non solo si riduce lo spreco e si limitano gli impatti negativi sull'ambiente, ma si aiuta chi ha problemi ad accedere concretamente a cure e medicine. Da queste premesse e con quest'obiettivo nasce il 'Protocollo d'intenti sul recupero dei farmaci donati', approvato nell'ultima seduta della Giunta della Regione Emilia-Romagna, e firmato da Regione Emilia-Romagna (assessorato Politiche per la salute), Hera e Last Minute Market, con lo scopo di promuovere in tutta la regione le buone pratiche sui farmaci.
 
Continua a leggere: