StatCounter

lunedì 16 luglio 2018







Nell’ambito della strategia di contrasto all’abusivismo sanitario, i Carabinieri del NAS di Roma hanno denunciato un medico chirurgo per aver attivato e mantenuto in funzione un poliambulatorio senza aver mai chiesto ed ottenuto la prevista autorizzazione regionale.
L’Autorità Giudiziaria, concordando con l’attività compiuta dal NAS, ha emesso un provvedimento di sequestro probatorio della struttura, il cui valore ammonta a circa 1 milione e mezzo di euro, già eseguito dai militari.
Impegnato nei controlli anche il NAS di Caserta che ha denunciato alla competente Autorità Giudiziaria un odontoiatra per aver attivato uno studio dentistico in assenza della prevista autorizzazione e dei requisiti igienico sanitari.            
Nella circostanza, è stato sottoposto a sequestro l’ambulatorio e le relative attrezzature il cui valore ammonta a 200.000 euro circa.

Fonte: