StatCounter

martedì 17 luglio 2018







All’Omceo di Ravenna un manifesto per migliorare la sicurezza di madre e neonato

Un manifesto per migliorare la sicurezza di madre e neonato, invitando i genitori a compiere scelte consapevoli. È l’iniziativa dal titolo “5 punti per migliorare la sicurezza di gravidanza, parto e nascita” condivisa dagli Ordini di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini, che verrà presentata venerdì 27 luglio alle 12.30 presso la sede dell’Ordine di Ravenna (via Alcide De Gasperi 19).
Il manifesto è promosso da cinque società scientifiche di area perinatale, neonatale e pediatrica: l’Associazione culturale pediatri-coordinamento Emilia Romagna, la Società Italiana di Neonatologia-Emilia Romagna, la Società Italiana di Pediatria-Emilia Romagna, la Società Italiana di Medicina Perinatale e l’Accademia medico-infermieristica di Emergenza e Terapia intensiva pediatrica.
Secondo i firmatari del documento sono cinque le azioni necessarie a migliorare ulteriormente l’assistenza materna e neonatale: un’attenta valutazione delle gravidanze; un’assistenza alla gravidanza e al puerperio che siano il più possibile vicine alla residenza della donna; tutti i parti devono essere assistiti presso strutture in cui nascano almeno mille bambini ogni anno; nelle gravidanze a rischio il parto deve svolgersi in strutture di secondo livello, in cui sia presente una terapia intensiva neonatale; garantire il benessere di mamma e bambino rispettando le esigenze e le tradizioni della coppia, offrendo un ambiente confortevole e garantendo il contatto fra mamma e bambino nelle prime due ore dopo il parto.

Leggi il manifesto in allegato: