StatCounter

mercoledì 6 giugno 2018



Il prof. Wabitsch: “L'identificazione della malattia –
spesso ritardata – avviene mediante valutazione della storia medica, descrizione del fenotipo, storia familiare e risultati di laboratorio. I test genetici possono aiutare a confermare la diagnosi”