StatCounter

giovedì 7 giugno 2018

Equivalenza terapeutica: i medici dicono no 

A contestare la delibera Aifa sull’equivalenza terapeutica sono, adesso, anche i radiologi. Prima era stata la volta di Fimmg (Federazione italiana medici di Medicina generale) e Snami (Sindacato nazionale medici italiani), importanti sindacati medici - In una nota, Carmelo Privitera, presidente della Sirm (Società italiana di radiologia medica e interventistica) sottolinea come “Una volta affermata l'equivalenza, le Regioni potranno bandire gare con aggiudicazione a unico fornitore, lasciando la discrezionalità al medico solo in limitatissimi casi. In diagnostica per immagini, questo è lesivo nei confronti del paziente che avrà iniettato il mezzo di contrasto disponibile e non quello deciso in piena autonomia e responsabilità giuridica dal medico Radiologo”.