StatCounter

martedì 5 giugno 2018

Al via il primo studio di Sanità pubblica per “fotografare” lo stato di salute della popolazione transgender in Italia


Malorni: “L’impegno dell’ISS nella definizione dei bisogni sanitari delle persone transgender, è promosso nell’ottica del contrasto alle diseguaglianze in salute in linea con il WHO”  - Pierdominici: “La collaborazione con le Associazioni transgender ci aiuterà a comprendere meglio questa realtà dal punto di vista medico e sanitario”  - Marcasciano: “La salute delle persone trans è legata all’accesso ai servizi sanitari, passa attraverso il contrasto del pregiudizio e un’alleanza con i medici di base, la collaborazione con l’ISS è uno strumento importante per raggiungere questo obiettivo”  - Un'indagine sullo stato di salute della popolazione transgender volta a individuarne gli specifici bisogni sanitari, indirizzare verso percorsi di assistenza adeguati, e a cercare di definire meglio le dimensioni di questa fascia di popolazione, è l’obiettivo della collaborazione tra il Centro di riferimento di Medicina di Genere dell’Istituto Superiore di Sanità e le Associazioni Transgender presenti sul territorio che viene illustrato oggi nel Convegno: Identità di Genere e Salute nella Sala Pocchiari dell’Istituto Superiore di Sanità.

https://www.blogger.com/blogger.g?rinli=1&pli=1&blogID=9041885693210870523#editor/target=post;postID=8273135335904772862